martedì 14 gennaio 2014

Campionato under 19 – quarta giornata d’andata (giocata lunedì 13 gennaio 2014)


Sporting Club Udine “B” – A.S.D. Basket Oma Trieste  60 - 28

Grandissimi complimenti a tutte le ragazze e allo staff dell’under 19 “B” dello Sporting Udine che ha conquistato la sua seconda, importante vittoria della stagione.
Le ragazze di coach Blasone – che in questi ultimi anni si sono impegnate e hanno sudato davvero tanto, ma che hanno raccolto così poco in termini di risultati (chi fa le squadre dovrebbe ogni tanto ricordarsi che si tratta di persone vere con un’anima, dei sogni e dei sentimenti che possono venire feriti. E che scelte fatte in così giovane età potrebbero condizionare il loro futuro. Come spiegato nell’interessante intervista alla dott.sa Petri http://parliamodibaskete.blogspot.it/2013/12/intervista-alla-dottoressa-susanna.html) – escono con un grande sorriso dal campo battendo l’Oma Ts – altra giovane squadra che merita tutto il nostro rispetto per l’impegno che ci mette.

I passi avanti si notano non solo per il risultato in sé, ma soprattutto per i miglioramenti fatti da un punto di vista tecnico. Merito senza dubbio del buon lavoro del loro ex-coach Francesco Vignando e degli allenamenti sui fondamentali che l’attuale coach Mario Blasone (che non ha bisogno di presentazioni) sta svolgendo per lo Sporting Udine e per altre numerose società della regione.
Che le giocatrici, e il basket in generale, abbiano bisogno di fondamentali si vede ad ogni partita ad ogni livello.
La scarsa capacità di prendere decisioni corrette durante il gioco non dipende solo dal fatto che giocatrici così giovani abbiano ancora un bagaglio di esperienze ridotto, ma anche del fatto che, una volta presa la decisione più esatta, gli mancano i fondamentali da applicare.
Se osserviamo le giocatrici a tutti i livelli possiamo notare – con qualche piacevole eccezione – che le volte in cui il loro cervello riconosce una scelta, ma non trova un programma motorio memorizzato adatto da usare, subentra una paralisi motoria che le porta a commettere quelle che da fuori vengono interpretate come disattenzioni o errori banali.
Non è così! Per un bullone da 13 non posso certo usare una chiave da 12 o da 14.
Il sistema neuromuscolare è estremamente pignolo e selettivo. Quindi ben vengano i lavori sui fondamentali che ti insegnano quale gesto tecnico usare a seconda della circostanza presentata dal gioco.

Tornando alla gara Letizia GIUSTI ci racconta come è andata: “ Nel complesso è stata una buona partita. Fin dall’inizio siamo entrate in campo con grinta e determinazione e nonostante alcuni passaggi sbagliati e alcuni momenti di difficoltà in attacco, siamo riuscite ad attaccare con produttività la difesa avversaria. Stiamo migliorando ancora e se manterremo questa continuità potremmo raggiungere buoni risultati!”

Sulla stessa sintonia Sara FERIGO: “Soddisfazione sia da parte nostra che da parte dell’allenatore. Siamo riuscite a mettere in pratica gli schemi nuovi e a intenderci fra di noi pur giocando contro una squadra fisicamente superiore. Finalmente una vittoria!”

A.D. Basket Femm. Monfalcone – Sporting Club Udine “A”  55 – 72

Vince bene anche l’under/serie A dello Sporting su un campo difficile e contro una squadra ottimamente allenata come Monfalcone.
Vince e mantiene il secondo posto e la qualificazione alle fasi nazionali. Brave!
Non vince, ma dimostra miglioramenti Monfalcone che a inizio gara riesce a creare più di un grattacapo alla squadra udinese.

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta!