domenica 12 gennaio 2014

Campionato di serie A2 – quinta giornata di ritorno (giocata sabato 11 gennaio 2014)


Mercede Alghero (1-10) – Delser Udine (8-2)  53 – 62 (12-11; 21-28; 35-50)

Come preannunciato ed auspicato Udine non fallisce l’occasione e vince facilmente sul campo di Alghero.
Questa vittoria significa primo posto in solitaria e un piede sempre più dentro la Coppa Italia (che qualifica le capolista di ogni conference al termine della prima fase), manifestazione a cui capitan Vicenzotti fa sapere di tenere molto e di voler giocare indipendentemente dai problemi economici gravi della società.
Lo Sporting potrebbe qualificarsi e poi chiedere che la Coppa venga disputata proprio a Udine al fine di alleggerire le onerose spese di trasferta. Oppure potrebbe rivolgersi ai numerosi siti per la raccolta di fondi on line e appellarsi al buon cuore dei tifosi.
In ogni caso, la squadra vince e questo è un dato positivo.
L’andamento dei quarti fa capire di come Udine sia riuscita fin da subito a regolare Alghero che la settimana prima ne aveva incassati 50 dalla SGT e che più di tanto evidentemente non può fare.
Le ragazze di Udine si dicono soddisfatte del buon gioco espresso e dei due punti conquistati.

Ci piacerebbe pubblicare la solita nostra valutazione basata sui dati statistici della gara, ma sul sito della Lega non sono presenti (cosa preoccupante e abbastanza grave visto che parliamo di professionismo). Ciò che speriamo è che le nostre under abbiano avuto la possibilità di giocare minuti importanti e formativi.

Domenica 19 alle 18 Udine affronterà la SGT (vittoriosa 55-53 contro San Salvatore e che in classifica segue Udine a 2 punti). All’andata fu vittoria di Udine all’overtime con tripla di Pozzecco, dopo una gara intensa e dal punteggio fortunatamente alto per il bene del basket (vedi http://parliamodibaskete.blogspot.it/2013/11/campionato-di-serie-sesta-giornata.html ). 

L'SGT ha una media di punti segnati in trasferta di 63,4; sta tirando con il 63,3 % i liberi, il 44,9% da 2 punti e con il 32,7% da 3 punti; cattura quasi 46 rimbalzi a partita; perde e recupera 18 palloni. Cifre che fanno paura certo, ma che uno Sporting concentrato e convinto può contrastare. La miglior marcatrice è Anna Vida che in 36,3 minuti segna 21,4 punti tirando con il 68,7% i liberi, il 48,2% i tiri da 2, il 32,1% da 3, prendendo 8,5 rimbalzi, ma perdendo 3,5 palloni di media. Trimboli (10,6 punti in 32,7 minuti con 3,6 recuperi) e Rossellini (10 punti in 21,6 minuti con il 55,5% da 3 punti) sono le altre due giocatrici con punti nelle mani. Senza sottovalutare Miccoli (8,5 punti e 7,2 rimbalzi), Policastro (Alice; 35,3% da 3 punti) e Cerigioni (42,9% da 2 punti e 30% da 3 punti).  
Vincere in casa – cosa altamente alla portata di Udine – sarebbe importante per staccare le inseguitrici e confermarsi prima della classe. 


Nessun commento:

Posta un commento

Commenta!