sabato 8 febbraio 2014

Campionato di serie B – sesta giornata di ritorno (giocata sabato 8 febbraio 2014)


Sporting / School Udine (28 punti) – Basket Club Bolzano (30 punti)  52 – 56 (11-15; 24-29; 43-40)

Peccato esserci sbagliati! Avevamo previsto la vittoria di Udine in doppia cifra ed invece Bolzano vince, convince e si riprende il primo posto, oltre che il 2-0 negli scontri diretti.
Sconfitta sì, ma sconfitta ininfluente, in quanto durante i play off siamo certi che Udine tirerà fuori qualche coniglio dal cilindro e farà sua la promozione.
D’altra parte questa squadra è stata costruita solamente per andare in A3 vincendo il campionato di B e ogni altro risultato sarebbe visto come un fallimento dalla società.
Unico obiettivo la vittoria, come testimoniano i minutaggi sempre insignificanti o, come stasera inesistenti, riservati alle giovani del vivaio Sporting.
Cosa ben diversa dalla stagione scorsa, quando CORTOLEZZIS guidava la seconda squadra Sporting con 26 minuti di media maturando quella esperienza che questa stagione sta mettendo al servizio della serie A (38 minuti giocati nell'ultima partita di A2). 
Sconfitta totale quindi: nel punteggio e nella scelta di far giocare una manciata di minuti a Sturma (1998) e di lasciare in panchina Totis (1995), Blasone (1995) e Rainis (1997; secondo N.E. consecutivo) in una gara così fondamentale per la loro crescita.
Sturma era reduce da una partita maiuscola la settimana scorsa ed aveva ricevuto i complimenti di tutti per i punti (14) e l'impatto avuto nel momento più difficile della gara.
Totis è una giocatrice atipica, che nelle ricezioni in movimento può rendersi pericolosa ed efficace.
Balsone è una guardia che gioca con entusiasmo ed energia.
Rainis possiede già un gran talento e giocare è ciò che le serve per affinarlo.
Dispiace farlo notare ma, se dopo 16 gare, durante una partita così delicata, questo è il loro impiego - testimonianza della poca fiducia da parte dello staff - significa che la loro crescita non è una priorità societaria. 

Vittoria di Bolzano che si dimostra più squadra e che ben attacca la zona proposta da Udine.
Lo Sporting / School ha punti dalle solite Franco e Zussino, una grossa mano da Saranovic e Molaro, ma purtroppo poco dalle altre in termini realizzativi. 
Lecito sarebbe stato attendersi quella zampata decisiva che nel finale i grandi campioni (che Udine ha nel roster) di solito piazzano. Non è accaduto. Pazienza! Una serata storta può capitare e nulla toglie alla bravura delle ragazze di Udine che stanno onorando il campo ogni settimana.
Conoscendo il gran carattere delle giocatrici possiamo immaginare che quando sarà tempo di play off, sarà anche tempo di vendetta e rivincita per tutte loro!

Sconfitta di 4 punti all’andata, sconfitta di 4 punti al ritorno. Significa forse che non ci sia stato alcun miglioramento da parte di Udine? No, sarebbe riduttivo vederla così. Bolzano stasera si è dimostrata ancora una volta migliore. Punto.
Udine mantiene il secondo posto. Non ha nessuna avversaria che può impensierirla e può usare i prossimi mesi per amalgamarsi sempre più e raggiungere il suo obiettivo!

Valentina BLASONE (che ringraziamo per la sua precisa collaborazione al termine di ogni gara!) è giustamente molto amareggiata: " Una grande delusione è ciò che ci rimane dalla partita di sabato, perché nonostante tutto abbiamo giocato una buona gara e abbiamo dimostrato di essere al loro stesso livello. Inutile parlare di alcune scelte arbitrali discutibili anche se purtroppo spesso nelle partite cosi equilibrate sono le piccole cose a fare la differenza! Quello che è certo è che non ci lasceremo abbattete da questa sconfitta ma ci impegneremo per farci trovare pronte nello scontro decisivo dei play off."

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta!